Stomatologica, poliambulatorio privato. A Ravenna.

Categoria

News

Schermata-2021-07-19-alle-11.52

Trauma dentale nei bambini: ecco come comportarsi in caso di frattura di un dente da latte.

Una brutta caduta dalla bicicletta, sul campo da calcio, in palestra o semplicemente giocando con gli amici può causare un trauma dentale.

Vediamo cosa fare in caso di trauma a un dente da latte o nella dentatura adulta.

Innanzi tutto il trauma può venire classificato in:

  • Frattura: quando un dente si spezza
  • Lussazione: quando un dente si sposta e preme contro il dente vicino
  • Perdita: quando l’intero dente si stacca dalla gengiva

Sia in caso di trauma alla dentatura decidua che alla permanente la prima cosa da fare è tamponare la ferita e raccogliere il dente, o il pezzetto di dente staccato, e conservarlo in un bicchiere con acqua, latte o saliva in modo che non si demineralizzi.

Una volta bloccata l’emorragia è importante correre il prima possibile dal dentista che opererà nel seguente modo:

  • Chiederà di raccontargli esattamente come è avvenuto l’incidente;
  • Visiterà il bambino per constatare l’entità del danno;
  • Farà alcune foto e una radiografia alla gengiva;
  • Certificherà dettagliatamente il trauma e deciderà come intervenire.

In caso il trauma riguardi un dente permanente, è importante recarsi dal dentista entro 1 ora dall’incidente. Non sempre è possibile reimpiantare o incollare il dente alla gengiva ma tentar non nuoce. In caso il reimpianto non riesca si procederà con altri interventi volti al ripristino della dentatura completa, per esempio con un impianto dentale.

PREVENZIONE

La prevenzione resta la cosa più importante: in caso di situazioni a rischio consigliamo di usare sempre il casco e il paradenti. E in caso di denti sporgenti, raccomandiamo una visita per valutare l’utilizzo di un apparecchio dentale.

denti in estate

Sai che le alte temperature stimolano la proliferazione batterica all’interno della bocca? Ciò causa un rischio maggiore di infiammazioni alle gengive, carie e ascessi.

Per questo in estate dovremmo prestare ancora più attenzione alla pulizia dentale, usando ogni giorno filo interdentale e collutorio.

Inoltre l’estate porta con sé anche piacevolissime abitudini per noi ma purtroppo non per i nostri denti. Aumenta il consumo di succhi di frutta, bibite zuccherate, alcol, frutta e gelato. L’insieme di questi alimenti può portare a una demineralizzazione dei denti, resi anche più sensibili dalle basse temperature di gelato e ghiaccio.

Ecco i nostri consigli per mantenere i denti sani anche in estate:

  • Cercare di consumare cibi e bevande particolarmente freddi e zuccherati al massimo una volta al giorno, o in caso concentrare l’assunzione di questi alimenti in pochi momenti durante la giornata.
  • Idratare spesso la bocca con acqua a temperatura ambiente per mantenere una buona quantità di saliva. La saliva, infatti, è un antibatterico naturale oltre ad avere capacità digestive.
  • Non esagerare con l’alcol per evitare la disidratazione della mucosa orale.
  • Lavare i denti dopo ogni pasto e in particolare dopo aver consumato frutta e bibite zuccherate
  • Se consumate bevande o drink con ghiaccio, non mordete i cubetti, il ghiaccio potrebbe creare microfratture dentali.

Attenzione alla piscina!

Il cloro contenuto nell’acqua delle piscine potrebbe danneggiare lo smalto dentale e le otturazioni. Consigliamo un veloce risciacquo alla bocca dopo il bagno.

Ricordiamo che presso il nostro Poliambulatorio è possibile prenotare visite di controllo e pulizie dentali.

oral cancer day

Il 15 maggio 2021 è l’Oral Cancer day 2021, la giornata mondiale per la prevenzione del tumore al cavo orale.

Il tumore al cavo orale si sviluppa sulla lingua, sulla mucosa delle guance, sul pavimento della bocca, sull’orofaringe e sulle tonsille. In Italia rappresenta il 5% dei tumori nell’uomo e l’1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento.

Solo in Italia registrano circa 8.000 casi all’anno ma il numero è in crescita. La cosa più preoccupante però è il tasso di mortalità che è salito al 39% a 5 anni dalla diagnosi.

È evidente quindi l’importanza di un’adeguata prevenzione e di una diagnosi precoce: quando il carcinoma è rilevato e curato nella sua fase iniziali, infatti, si ottiene una guarigione che va dal 75% al 100% dei casi, con interventi terapeutici poco invasivi.

Per questo i dentisti italiani hanno deciso di unirsi per portare avanti la prevenzione contro questa forma tumorale.

Come si manifesta

I primi sintomi sono macchie o placche bianche e/o rosse, piccole erosioni o ulcere all’interno della bocca. Pericolosamente sottovalutate, queste condizioni patologiche iniziali vengono spesso etichettate dai pazienti come “infiammazioni”.

Come riconoscerlo

Non appena ci si accorge della lesione è bene sottoporsi a uno screening puntuale e periodico, eseguito da uno specialista, fondamentale per capire se la lesione sia una patologia non evolutiva o se rappresenti lo stadio iniziale di un vero e proprio tumore.

Di norma, poi, se le lesioni sospette persistono oltre i 10-15 giorni, è necessario ricorrere ad approfondimenti diagnostici come la biopsia e, comunque, a una valutazione di secondo livello presso centri di riferimento specializzati.

I fattori di rischio

Il 75% dei casi è legato all’abuso di fumo e alcol e in particolare la combinazione dei due.

Oltre il 90% dei pazienti con questa forma tumorale è costituito da fumatori abituali.

Altri fattori di rischio, seppur secondari, sono le infezioni (specie quelle causate dal Papilloma Virus (HPV 16), lunghe esposizioni ai raggi solari, diete povere di frutta e verdura.

Per questo è importante una diagnosi precoce e un intervento tempestivo.

DAL 17 MAGGIO AL 18 GIUGNO PUOI PRENOTARE UNA VISITA GRATUITA

CHIAMACI AL 0544 33037

sbiancamento dentale

Come si può tornare ad avere denti bianchi e splendenti? Quali sono i metodi per uno sbiancamento dentale professionale?

Lo sbiancamento dentale professionale viene eseguito dal dentista all’interno del suo studio con mezzi tecnici professionali. Non ha nulla a che fare con i metodi di sbiancamento fai da te acquistabili in farmacia o nei supermercati. Quello eseguito dal dentista è necessario in caso di macchie e ingiallimenti evidenti.

PULIZIA PROFESSIONALE

Con il trattamento Laser o Led si applica alla superficie dei denti un gel al perossido di idrogeno e poi si irradia con il laser o lampade apposite. In questo modo il materiale da sbiancamento rilascia radicali liberi che agiscono sulla superficie del dente.

SBIANCAMENTO DOMICILIARE

Come lo sbiancamento professionale utilizza perossido di idrogeno con percentuali ridotte. Si applica all’interno di mascherine personalizzate per circa due ore al giorno. Risultato fantastico!

Questi metodi di sbiancamento non rovinano lo smalto e non sono assolutamente dolorosi, l’unico piccolo inconveniente è che rende i denti più sensibili per circa 48 ore.

Per prenotare uno sbiancamento dentale professionale, prendi un appuntamento allo 0544 33037.

denti a san valentino

Come avere un sorriso perfetto a San Valentino?

Ecco i nostri consigli per avere denti splendenti e alito fresco:

  • Prendersi cura della propria igiene orale, utilizzando il filo interdentale almeno 1 volta al giorno
  • Mangiare sano e evitare i cibi ricchi di zuccheri che hanno un forte potere di erosione e potrebbero rovinare lo smalto
  • Prenotare uno SBIANCAMENTO DENTALE presso la nostra struttura per un sorriso ancora più splendente

Sorridi sempre! Anche con gli occhi.

salute orale

Hai già stilato la lista dei buoni propositi?

Questi sono i nostri consigli per mantenere una buona salute orale in questo nuovo anno!

1. Lavare i denti dopo ogni pasto: è importante farlo soprattutto dopo i pasti principali, colazione, pranzo e cena. Nel caso in cui non ti è possibile lavarti i denti, tieni sempre con te un pacchetto di chewing gum senza zucchero!

2. Spazzolare correttamente i denti: ricordati che il movimento deve essere sempre verticale dalla gengiva verso il dente. Non dimenticare di spazzolare accuratamente anche la lingua e l’interno delle guance in cui si depositano i batteri.

3. Ridurre il consumo degli zuccheri: meno caramelle, dolciumi e bevande zuccherate equivalgono a una vita più sana e alla riduzione drastica del rischio di carie.

4. Usare il filo interdentale: questo consiglio è spesso sottovalutato ma resta il più importante per una corretta igiene orale! Il filo infatti è fondamentale per pulire i tuoi denti alla perfezione.

5. Prenotare una pulizia dentale: se ancora non lo hai fatto, prenota un appuntamento per una pulizia dentale! Si sa…prevenire è sempre meglio che curare!

Il sorriso è il miglior accessorio che puoi indossare, ricordati di averne cura.

denti a natale

Quest’anno sarà sicuramente un Natale diverso ma di certo non si rinuncerà a panettoni e dolci di ogni genere.

Per questo vogliamo darti 3 consigli per avere cura dei denti durante le festività natalizie dove è lecito concedersi qualche golosità in più:

  1. Abbina ai piatti tradizionali una buona dose di Frutta e Verdura: sedano, carote, finocchi, lattuga, mele e pere sono ottimi alleati per il tuo sorriso;
  2. Non esagerare coi dolci troppo duri come il torrone che possono lesionare la superficie dentale;
  3. Insieme agli immancabili alcolici, ricordati di bere tanta acqua per mantenere puliti bocca e denti.

Bastano pochi accorgimenti e i vostri denti non risentiranno delle feste!

Sperando che questi consigli vi siano stati utili, tutto lo Staff di Stomatologica vi augura un sereno Natale.

sensibilità dentale

L’arrivo dell’inverno e delle temperature più rigide possono provocare sensibilità dentale: i denti si contraggono in risposta al freddo e si tendono a formare delle piccole crepe nello smalto che causano lo stesso tipo di sensibilità di quando si morde un ghiacciolo.

Come contrastare quindi la sensibilità dentale in questa stagione?

  • Utilizza uno spazzolino a setole morbide e un dentifricio specifico per denti sensibili
  • Lava i denti effettuando movimenti delicati, non sfregare mai con vigore
  • Assumi alimenti ricchi di vitamina A, C e potassio

Se il fastidio persiste non esitare a contattarci!

Stomatologica è sempre al tuo fianco per la salute del tuo sorriso.

denti e gravidanza

La gravidanza è un momento magico nella vita di una donna.

Il suo corpo si modifica e diventa protagonista di tantissimi cambiamenti che possono coinvolgere anche denti e gengive.

Cosa succede ai denti in questi 9 mesi?

Gli ormoni, quali estrogeni e progesterone, aumentano e questo induce ad alterazioni della quantità e qualità della saliva che diventa più densa e viscosa, facilitando l’adesività dei batteri alle superfici dentali.

Aumentano le infiammazioni a carico delle mucose orali e delle gengive che di frequente sanguinano o presentano gonfiori e arrossamenti.

Inoltre le nausee mattutine accompagnate da rigurgiti acidi possono indurre un’abbassamento del pH salivare con conseguente aumento del rischio di carie.

Come prevenire o intervenire?

La prevenzione è come sempre la miglior cura.

Se intendi programmare una gravidanza, fissa innanzitutto una visita di controllo dal dentista.

Durante la gestazione attuate scrupolose procedure di igiene orale quotidiana associate a visite di controllo periodiche.

Così facendo i nove mesi della dolce attesa saranno un’esperienza magica, da vivere intensamente senza troppe ansie e preoccupazioni inutili.

Nel nostro ambulatorio utilizziamo per poter diagnosticare le carie anche in gravidanza nuove tecnologie senza utilizzo di raggi x come la telecamera Diagnocam.

primi denti

La nascita dei primi dentini del bambino rappresenta un importante e doloroso passaggio nello sviluppo dei più piccoli.

I primi segnali della dentizione cominciano intorno ai 6-8 mesi di vita con la comparsa degli incisivi centrali inferiori e in genere si completa intorno ai 30 mesi.

Come alleviare il dolore del bambino in questo periodo così delicato?

  • Anelli da dentizione e giocattoli appositamente progettati per i più piccoli. E’ bene lavarli ogni giorno così da evitare l’accumulo di batteri su di essi.
  • Un panno bagnato: immergi un asciugamano in acqua fredda da far mordere al bambino. Anche in questo caso bisogna ricordarsi di lavare il panno dopo ogni utilizzo.
  • Massaggio gengivale: un valido aiuto può essere quello di massaggiare le gengive al neonato. L’importante è ricordarsi di lavarsi prima le mani.
  • Cibi e liquidi freddi: piccoli sorsi d’acqua, purè o brodo freddi sono molto utili a lenire l’irritazione delle gengive.
  • Tante coccole: la cosa più importante durante la denzione dei bambini è far sentire loro la nostra presenza. Anche una semplice carezza può bastare a tranquillizzare il piccolo e farlo sentire meglio.

Questi sono alcuni semplici consigli che speriamo possano esservi utili per vivere serenamente questo momento.

In caso di dolore intenso è sempre bene rivolgersi al proprio pediatra.

Contattaci

per informazioni o per un appuntamento!

Telefono 0544 33037