Stomatologica, poliambulatorio privato. A Ravenna.

Urologia

La visita urologica per gli uomini dopo i 50 anni diventa spesso necessaria. Infatti è stato osservato che circa un terzo della popolazione maschile dopo i 60 anni soffre di disturbi urinari, detti disturbi disurici che si caratterizzano per lo più per una minzione fastidiosa, impellente e frequente.

Tuttavia la visita urologica a quest’età non deve essere solamente mirata al riscontro di anomalie della minzione, ma anche al controllo dello stato di salute degli organi urinari e sessuali.

Quindi il check urologico si caratterizza per:

  • Diagnosi e trattamento della calcolosi renale
  • Diagnosi e trattamento dei tumori delle vie escretrici (reni e vescica) e prostata
  • Diagnosi e trattamento delle problematiche sessuali come la disfunzione erettiva
  • Trattamento delle infezioni genitali (orchite, balanopostiti, prostatiti) e delle vie escretrici (cistiti, pielonefriti) ed anche al trattamento dell’incontinenza maschile

La visita urologica o andrologica non deve essere necessariamente effettuata solo alla comparsa dei disturbi urinari tipici dell’età avanzata, ma può essere effettuata anche prima dei 50 anni.

Molto spesso, infatti, alterazioni della sfera sessuale come eiaculazione precoce oppure infezioni delle vie urinarie o dei genitali, calcoli renali o alcuni tumori dell’apparato uro-genitale possono colpire tutta la popolazione anche quella dei “più giovani”.

In questo caso la duplice funzione dell’urologo/andrologo diventa fondamentale perché l’urologo non si occupa solo di prostata.

Non va dimenticato il ruolo fondamentale dell’ urologo per la donna, sia per il trattamento delle patologie in comune con l’uomo, come la calcolosi e le infezioni delle vie urinarie, sia per i tumori a carico di reni e vescica, ma soprattutto per la terapia medica e/o chirurgica dell’incontinenza urinaria femminile. Si tratta di un disturbo “sociale “ che oggi in Italia interessa più del 13% della popolazione femminile sopra i 30 anni. Purtroppo viene ancora molto spesso trascurato, ignorato, sottostimato e nascosto dalle pazienti che generalmente si rivolgono allo specialista solo quando è troppo tardi.